Elezioni 2021 Comitato Regionale: una nuova squadra per il rinnovamento della scherma lombarda.

Il futuro della scherma, in Italia e in regione Lombardia, è trasparenza, professionalità, condivisione e promozione. 

Milano, 10 dicembre 2020 –  È tempo di elezioni nel mondo sportivo, in questo finale di anno dove le agende elettorali sportive tradizionali sono state stravolte a causa della pandemia. Il prossimo 13 dicembre 2020 sarà il primo appuntamento per il rinnovamento della dirigenza della scherma regionale e nazionale, con l’elezione dei rappresentanti dei tecnici e degli atleti i quali, con i presidenti di club regionali e nazionali, eleggeranno nel 2021 il nuovo comitato regionale e successivamente daranno la propria preferenza per la dirigenza della nuova federazione nazionale dello sport olimpico più medagliato di sempre: la scherma.

Il movimento schermisco della Lombardia conta 48 club, un patrimonio di più di 4.000 atleti, dai 7 agli 80 anni, e non meno di 100 tra Maestri ed istruttori: non male per uno sport che in Italia è considerato di nicchia. 

A contendere la carica di Presidente all’uscente Maurizio Novellini, sarà l’outsider Fabrizio Orsini, Maestro di scherma e fondatore di un club in provincia di Bergamo, e la squadra di professionisti che si è riunita attorno a lui, che sarà il nuovo consiglio regionale e che presenta un programma innovativo e di rinnovamento a partire dall’organizzazione delle garenel modus operandi, in un nuovo approccio nella costruzione di progetti di comunicazione e nella promozione del movimento sportivo sul territorio regionale.

«Il nostro obiettivo» afferma il candidato Presidente Fabrizio Orsini «è di far conoscere il nostro sport a tutti i livelli sociali, con una intensa campagna di promozione e comunicazione che dovrà essere un elemento fondante delle numerose attività del futuro comitato. Tutte le società lombarde hanno profondamente sofferto durante i mesi di lockdown e hanno necessità di una nuova politica che le supporti nella ripresa. Il cuore del programma di lavoro per il prossimo quadriennio 2021-2024 è sintetizzabile in un binomio chiaro e speriamo efficace, ovvero: più atleti e più spazi per la scherma oltre ad una maggiore trasparenza e condivisione delle attività sportive e promozionali con tutte le società lombarde».

I principali punti del programma toccano gli atleti, con nuove attività di allenamento e di gara, e l’aumento dei praticanti nelle armi del fioretto e della sciabola; le società, che vanno supportate per l’avvio delle attività sportive e amministrative, con periodici momenti di formazione, ma anche di condivisione; i Maestri e tecnici, con formazione post diploma, istituzione di fondi assistenziali e con l’applicazione di un codice etico e deontologico; gli arbitri, con il riordino dei ruoli istituzionali, aumentando la competenza e l’esperienza e l’avvio di momenti di affiancamento e corsi a vari livelli, su tutte e tre le armi.

Il testo intero del programma è consultabile e scaricabile sul sito: www.lombardiascherma.it .

Il team è composto da persone altamente qualificate per svolgere il loro compito e sviluppare i punti del programma: Serena Pivotti come rappresentante dei MaestriLuca Giovangiacomo per gli atleti e Riccardo Carmina che seguirà il settore dei piccoli pre-agonisti U10 e dei Master, un settore in crescita, e del quale è un esponente di rilievo. Importante anche il contributo nel campo della comunicazione con una squadra composta da Francesco Cordua, Claudio Serto e Giulia Zanichelli che svilupperanno gli strumenti di comunicazione tradizionale e digitale a sostegno della comunicazione interna ed esterna. 

Potrebbe interessarti anche...

Lombardia Scherma