Elezioni Grandi Elettori in Lombardia: analisi del voto.

Milano, venerdì 18 dicembre 2020 – Domenica 13 dicembre 2020 è stata una giornata importante per il movimento della scherma Italiana. Per la prima volta, in Lombardia, l’attuale dirigenza del comitato regionale ha dovuto fronteggiare un’opposizione compatta e presente, una proposta di cambiamento totale.

«Lombardia Scherma ringrazia tutti gli elettori che, nonostante le problematiche del momento dalla paura per lo spostamento causa pandemia al seggio centralizzato su Milano, sono venuti ad esprimere il loro voto» dichiara Fabrizio Orsini, candidato presidente di Lombardia Scherma «È solo il primo passo, importante, verso le elezioni del futuro comitato regionale. Nelle prossime settimane sul nostro sito www.lombardiascherma.it arricchiremo le diverse sezioni del programma, per entrare ancora più nel dettaglio delle nostre proposte. Dopo le feste, organizzeremo un incontro live con i presidenti delle società lombarde per un confronto. Il lavoro del CRL per Lombardia Scherma deve sempre di più essere un lavoro di team con tutte le realtà del territorio».

Ecco alcune considerazioni in merito ai dati ufficiali (pdf in allegato):

  • l’affluenza nella giornata di domenica è stata inferiore al 50%, ancora più bassa soprattutto tra gli atleti lombardi non milanesi. È necessaria un’ulteriore sensibilizzazione e comunicazione relativa alle modalità di partecipazione alla macchina elettiva federale. 
  • Abbiamo raggiunto l’elezione di 6 Grandi Elettori regionali: Roberta Ravasi ed Elena Serafini sono state elette in rappresentanza dei Tecnici/Maestri; Adriana Albini, Federico Ardesi, Mattia Loiacono e Silvio Monacò in rappresentanza degli Atleti. Il risultato è soddisfacente nonostante il sistema maggioritario: il rapporto di forza per quanto riguarda atleti e maestri è 60% – 40%, con un distacco di 10-15 voti.
  • Per quanto riguarda i Grandi Elettori nazionali sono stati eletti tra i Tecnici/Maestri Marco Malvezzi, Serena Pivotti e Roberta Ravasi e tra gli Atleti Adriana Albini, Federico Ardesi,  Marta Ferrari, Mattia Loiacono, Silvio Monacò e Marco Varisco. 
  • Il divario del 20% diminuisce in modo consistente se si raffrontano le società, è notorio che le tre grandi società milanesi si sono schierate a favore dell’attuale governo. Gli atleti aventi diritto voto di queste tre società sono pari a 1/3 dell’elettorato e hanno, pertanto, inciso, notevolmente sui risultati. Sé però queste tre società, come detto hanno una forza pari al 33% per i grandi elettori, come voto societario hanno lo stesso peso delle altre, quindi, circa il 6%.

Alla luce dei dati analizzati, la proposta di Lombardia Scherma ha raggiunto, partendo da un consenso quasi nullo, il 40% dei voti per quanto riguarda gli atleti e al 50% per le società. Dati importanti per il lavoro che ci attende nelle prossime settimane, per arrivare al momento elettorale di fine gennaio/febbraio 2021. 

Il team quindi lavorerà per sostenere il candidato presidente: sono ancora buone le possibilità per il nostro candidato e ottime, se non certe, le possibilità per i quattro consiglieri in quota affiliati.  

La Federazione ha annunciato oggi che l’assemblea ordinaria elettiva 2021 è convocata per il 28 febbraio all’Auditorium Parco della Musica di Roma (pdf in allegato con dettagli): invitiamo tutti a controllare se inseriti negli aventi diritti al voto, fare le opportune verifiche e richiedere modifica se non inseriti entro 7gg da oggi. 

Potrebbe interessarti anche...

Lombardia Scherma