ARBITRI
con Alberto Viscardi

«La sezione arbitrale ha bisogno di un rinnovamento con l’introduzione di persone competenti e di esperienza in campo olimpico e paralimpico: questo è infatti l’identikit per il nostro delegato regionale GSA e del gruppo che si occuperà della formazione. Trasparenza e imparzialità saranno fondamentali. Per reclutare le nuove leve non si potrà prescindere dalla collaborazione delle stesse società, che verranno coinvolte per indicare, tra i loro giovani, chi per attitudine, inclinazione e passione potrà intraprendere l’attività di ufficiale di gara. Sempre con lo spirito collaborativo, che contraddistingue “Lombardia Scherma” è indispensabile organizzare tavoli di lavori tra arbitri, atleti e Maestri così da approfondire il regolamento tecnico e attenuare le divergenze interpretative. Il fine è quello di arrivare al traguardo di un giudizio arbitrale uniforme e coerente. Per quanto riguarda le convocazioni alle gare a livello regionale, ci si propone di garantire la competenza e la complementarità, la parità di genere e l’equilibrio tra giovani arbitri e quelli esperti. Questi ultimi devono considerarsi delle risorse sia per la conduzione della gara sia per il loro apporto alla crescita dei più giovani, così da mantenere nella continuità un gruppo arbitrale coeso e intergenerazionale».

PAROLA D’ORDINE: COMPETENZA

  • Ricomposizione dei ruoli arbitrali istituzionali, aumentando la competenza e l’esperienza
  • Formazione e tutoraggio dei giovani con gli arbitri maggiormente esperti
  • Convocazioni alle competizioni con criteri omogenei
  • Coinvolgimento delle società per individuazione di nuovi allievi arbitri
  • Corsi regionali di perfezionamento
  • Creazione della categoria dei mini-arbitri, cioè gli arbitri minorenni, che possano aspirare a diventare gli arbitri di domani
Lombardia Scherma